1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Tsunami sindacale

Tsunami sindacale

3
0

Una marea di lavoratori ha invaso il Pianello. Marco Beccari (CDLS): “Prova di forza impressionante”. (foto Gasperoni)

San Marino, 16 marzo 2005

Il sindacato ha fatto il pieno: una marea di lavoratori mercoledì 16 marzo ha invaso Piazza della Libertà. In migliaia per dire sì alle riforme. Beccari (CDLS) afferma: “E’ stata una prova di forza impressionante”.

Leit motiv della manifestazione: la difesa delle pensioni e più stabilità nei rapporti di lavoro. Lunghissimo il serpentone di gente che è salito lungo le contrade del centro storico, tanti gli slogan scritti a caratteri cubitali sui cartelli.

Eccone alcuni:
Pensioni, noi paghiamo ma non decidiamo”. “Caro governo: sul fisco non fare fiasco”. “Prima c’erano i caporali, oggi ci sono le agenzie interinali”.

Non sono mancate frecciate ironiche all’Associazione Industriali e naturalmente al Congresso di Stato:
“Felici all’Industria…contenti all’Anis”.“We have a dream: un governo normale”. “Il governo straordinario rende tutto precario”. “Andreoli al lavoro… era ora”

E a proposito di frecciate, ecco quella che ha lanciato il segretario CDLS, Marco Beccari, parlando alla folla di lavoratori. Il leader della Confederazione Democratica ha ricordato le parole usate dell’Anis all’apertura del rinnovo contrattuale dell’industria: “Non hanno perso l’occasione per lamentarsi, per accampare la scusa delle difficoltà economiche in cui versano le aziende sammarinesi. Difficoltà, ci hanno addirittura raccontato, dovute allo Tsunami che ha colpito il sud est asiatico”.

E qui Beccari diventa sarcastico: “La nostra risposta agli industriali è questa marea di lavoratori che ha invaso il Pianello, è questa prova di forza impressionante. Ebbene, da oggi l’Anis dovrà fare i conti anche con lo Tsunami sindacale”.

(Visited 3 times, 1 visits today)