1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. SKY, l’IVA e gli utenti sammarinesi: facciamo chiarezza

SKY, l’IVA e gli utenti sammarinesi: facciamo chiarezza

1
0
Alcune riflessioni riguardo all’IVA ancora pagata da alcuni utenti sammarinesi di SKY TV

San Marino, 22 Agosto 2004

La campagna contro l’applicazione dell’IVA sui canoni della TV satellitare SKY sta continuando e l’attenzione dell’ASDICO – CDLS – Assocunsumatori Sammarinese non è certo diminuita. Le iniziative già intraprese hanno portato un indubbio ed immediato risparmio alla maggior parte degli utenti sammarinesi e residenti, questi risultati sono stati sinora ottenuti – è corretto puntualizzarlo – senza interventi di avvocati e di carte bollate.

“Dagli organi di stampa – afferma il presidente ASDICO Giardinieri – abbiamo rilevato che ci sono ancora alcuni utenti sammarinesi che non beneficiano dell’esenzione dell’IVA pur avendo il Codice di Avviamento Postale correttamente imputato nell’intervallo dei CAP sammarinesi (da 47890 a 47899). Come mai succede questo ? E’ opportuna una riflessione per cercare di capire.”

“La lettera ufficiale con cui SKY ci comunicava l’esenzione dell’IVA, precisa il responsabile dell’ASDICO-CDLS, faceva esplicito riferimento al CAP – Codice di Avviamento Postale (da 47890 a 47899) per attivare l’esenzione dell’IVA agli utenti sammarinesi e residenti. Dopo questa comunicazione abbiamo ricevuto moltissime comunicazioni di utenti che segnalavano l’avvenuta esenzione dell’IVA, complimentandosi per la nostra iniziativa. Contemporaneamente alcuni utenti ci hanno segnalato che continuavano a pagare l’IVA; li abbiamo invitati ai nostri sportelli con la fattura di SKY ed abbiamo rilevato che in quei casi i CAP indicati non erano corretti (47031 o il CAP di Rimini), anche in questi casi ci siamo subito attivati comunicando a SKY l’anomalia.”

“L’esperienza accumulata in questi mesi dall’analisi dei molti casi segnalati ai nostri sportelli – continua Gianluigi Giardinieri – ci permettono di dare agli utenti questi semplici consigli:

1) quando si parla con i numeri SKY (es. 199.100.400 o altri) bisogna essere consapevoli che si parla con operatori di call-center esterni a SKY, che non conoscono le peculiarità degli utenti sammarinesi e che quindi danno risposte vaghe e superficiali (spesso invitano l’utente a fare un fax comunicando la richiesta di esenzione IVA).

2) L’ASDICO-CDLS è gratuitamente a disposizione di tutti gli utenti che hanno rilevato dalle fatture che non è stata ancora applicata l’esenzione dell’IVA, gli interessati si possono rivolgere ai nostri sportelli con la fattura di SKY per attivare la segnalazione che, ripetiamo, è gratuita e non prevede l’intervento di nessun “avvocato”.

3) Dopo aver fatto la segnalazione all’ASDICO è importante che gli utenti controllino nelle fatture seguenti l’avvenuta esenzione dell’IVA, la nostra Associazione non ha, ovviamente, alcuna possibilità di controllare se SKY ha provveduto a regolarizzare la situazione degli utenti oggetto di segnalazione. Se così non fosse l’ASDICO–CDLS potrà attivare una nuova e più incisiva segnalazione.

“Riteniamo che i pochi casi segnalati dalla stampa – conclude il responsabile dell’ASDICO-CDLS, Gianluigi Giardinieri – meritino un approfondimento e una specifica segnalazione; sono personalmente a disposizione di questi utenti che possono contattarmi telefonicamente ai numeri 0549/962080 oppure 0549/962041. Purtroppo non conosciamo l’organizzazione amministrativa interna di SKY ed i tempi tecnici per attivare le esenzioni; possiamo però assicurare che il nostro “pressing” per tutelare i diritti dei consumatori sammarinesi sarà continuo e crescente.”

 
(Visited 1 times, 1 visits today)