1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Scampato pericolo

Scampato pericolo

2
0

Nella Finanziaria italiana confermato il bonus di 8 mila euro per i lavoratori frontalieri. Presentati due emendamenti.

San Marino, 14 novembre 2005

Il maxiemendamento alla Finanziaria Italiana, approvato la scorsa settimana dal Senato, conferma anche per l’anno 2006 la franchigia di 8 mila euro a favore dei circa 6mila lavoratori frontalieri occupati in Repubblica.

“Franchigia che alla vigilia del dibattito in Senato sembrava invece in destinata a scomparire per esigenze di bilancio”, afferma il segretario della Federazione Industria della CDLS, Giorgio Felici.

Dissolti dunque i timori di un ulteriore salasso fiscale, resta da seguire il destino di due emendamenti presentati alla Camera dei deputati che chiedono di alzare il bonus fiscale a 10 e 12 mila euro.

“Un aumento necessario dal momento che la doppia tassazione dei redditi frontalieri ha subito un aggravio d’imposta pari al 15%”, continua Felici.“Questo per effetto di cambiamenti intervenuti nel Testo Unico delle imposte sui redditi a partire dal 1° gennaio 2004 ed in particolare da quanto riportato dall’Art. 165 sul “Credito d’imposta per i redditi prodotti all’estero”. Tant’è che i lavoratori frontalieri non hanno più la possibilità di portare in detrazione l’intera somma delle imposte versate a San Marino”.
“Modifica – conclude il segretario della FLIA-CSU – che rende ancora più iniquo e penalizzante il trattamento fiscale dei redditi frontalieri con tagli mensili alle buste paga di oltre 200 euro”.

(Visited 2 times, 1 visits today)