1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Ride il telefono

Ride il telefono

3
0

Giardinieri(ASDICO): “La Telecom è pronta a cancellare l’aumento del 25% dello scatto alla risposta per gli utenti del Titano”.

San Marino, 22 marzo 2005

Scatto alla risposta, dopo le proteste dell’Assoconsumatori della CDLS rientrano gli aumenti. Così martedì 22 marzo ha titolato il quotidiano San Marino Oggi un articolo dedicato alle tariffe telefoniche.

La questione riguarda in particolare l’aumento dello scatto alla risposta nelle tariffe telefoniche, passato dai 6,20 centesimi di euro ai 7,87 eurocent.
Un aumento di circa il 25% entrato in vigore il 23 gennaio scorso e che riguarda sia utenti italiani che sammarinesi.

“Se in Italia, però, – ha dichiarato il responsabile dell’ASDICO-CDLS, Gianluigi Giardinieri – l’aumento dello scatto alla risposta è compensato dall’aumento di durata della chiamata per quanto riguarda la tariffa urbana a tempo, a San Marino dove la tut non c’è si è trattato di un aumento secco del 25%””.

Per questo l’Assoconsumatori della CDLS lo scorso 23 febbraio ha portato la questione all’attenzione del Dicastero competente e di Telecom.
Ora la Telecom ha evidentemente riconosciuto legittime le istanze dei consumatori e di fatto ha dato il via libera, per l’utenza sammarinese, al ripristino delle tariffe precedenti all’aumento.
E un accordo, nero su bianco, tra Telecom e Segreteria di Stato alle Telecomunicazioni dovrebbe essere firmato il prossimo 30 marzo.
L’accordo prevedrebbe anche il conguaglio per quegli utenti che abbiano già pagato delle bollette gravate dell’aumento, da ristornare nelle bollette successive.

“Aspettiamo la firma di questo documento – ha dichiarato Gianluigi Giardinieri a San Marino Oggi – e indubbiamente siamo molto soddisfatti. Si tratta di un aumento che colpiva in maniera indiscriminata tutti, dalle famiglie ai singoli, dai giovani alle imprese. Anzi – aggiunge Giardinieri – siamo perplessi che da parte delle organizzazioni imprenditoriali nessuno si sia espresso su questo aumento del 25%. Ci sentiamo di poter affermare, dunque, che questa volta la tutela dell’ASDICO si è ampliata ed ha riguardato anche le imprese, anch’esse toccate da questo aumento, soprattutto quelle azienda che compiono telefonate di breve durata”.
Nell’ambito degli accordi di fine mese, sarà previsto anche l’impegno di un confronto preventivo con il governo sammarinese in caso di modifiche che incidano sulla comunità del Titano.

(Visited 3 times, 1 visits today)