1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Resta il nodo dei contratti di lavoro precari

Resta il nodo dei contratti di lavoro precari

3
0

Incontro governo-sindacati sul regolamento frontalieri. Le parti ancora distanti sul tempo indeterminato.

San Marino, 22 giungo 2004

Ancora in primo piano la questione frontalieri. Nel faccia a faccia di martedì 22 giugno tra governo e sindacati si è discusso di diritti contrattuali, ma senza sciogliere il nodo del precariato.

A far discutere è l’articolo 3, quello relativo al rapporto di lavoro, del regolamento frontalieri proposto dal Segretario di Stato al Lavoro Paride Andreoli.

Durante l’incontro il sindacato ha ribadito la sua completa contrarietà all’articolo 3 che prevede rapporti di lavoro a termine per i frontalieri.

Si tratta di una condizione del tutto inaccettabile in quanto i diritti dei lavoratori devono essere gli stessi a prescindere dalla residenza. La precarietà dei rapporto di lavoro tra l’altro è un problema che grava sia sui frontalieri che su molti sammarinesi e residenti, e va superata assicurando a tutti il tempo indeterminato, così come previsto dalle leggi e dai contratti, fatti salvi i casi di lavoro espressamente temporaneo.

La CSU è pertanto contraria ad un nuovo regolamento amministrativo che vada a derogare dalle norme legislative e contrattuali, ribadendo il suo impegno per affermare il diritto alla stabilità dei rapporti di lavoro.

E su questo punto va registrata una novità dal fronte imprenditoriale. L’Organizzazione Sammarinese dei lavoratori (Osla) ha infatti proposto di trasformare in tempo indeterminato i rapporti di lavoro che durano più anni con la stessa azienda.

Sempre riguardo alla precarietà, il sindacato punta infine il dito contro l’uso non conforme alle leggi del lavoro interinale, su cui è stata presentata una denuncia penale, e dei rapporti di consulenze e collaborazione.

(Visited 3 times, 1 visits today)