1. Home
  2. CDLS
  3. Generale
  4. Occhio alla truffa
  5. Quando sei in casa

Quando sei in casa

1
0

Quando sei in casa

Fai molta attenzione a chi bussa alla tua porta di casa (e non farti ingannare dalle apparenze)

Tutti noi siamo convinti che in casa nessuno potrà approfittarsi di noi e truffarci. Tuttavia numerose sono le truffe che avvengono presso le abitazioni. I truffatori, molto spesso, si fingono dipendenti o funzionari di aziende pubbliche, di banche o finanziarie od operatori di associazioni varie per estorcere denaro o altri valori ad ignari cittadini. Fai molta attenzione a chi bussa alla tua porta di casa e non farti ingannare dalle apparenze. Alcuni consigli utili:

1.    Non aprire la porta di casa agli sconosciuti.
2.    Prima di aprire la porta guarda attraverso la finestra di casa o lo spioncino della porta chi ha suonato il campanello.
3.    Se hai di fronte una persona che non conosci, controlla che la catenella della porta sia agganciata e poi chiedi chi è.
4.    Non farti ingannare, “l’abito non fa il monaco”. Spesso i truffatori si presentano come tecnici del gas, della luce, dell’acqua, delle caldaie, del telefono, addetti alla lettura dei contatori oppure come impiegati o funzionari delle Aziende dello Stato, delle Poste o delle banche. A volte indossano anche una divisa e ti mostrano un tesserino di riconoscimento. Se all’ingresso del tuo palazzo o nella cassetta della posta non hai visto nessun avviso e tu non hai chiesto prestazioni a domicilio né hai segnalato guasti, non aprire la porta di casa e chiedi di ripassare. Fatti dire quando lo sconosciuto tornerà, così potrai chiedere a qualcuno di tua fiducia di essere in casa con te quando suonerà di nuovo alla tua porta. In caso di dubbio, senza farlo entrare in casa, telefona all’ente a cui dice di appartenere e verifica se davvero l’ente ti ha mandato la persona che hai di fronte. Non chiamare numeri telefonici forniti dallo sconosciuto che ha suonato alla tua porta: potrebbe risponderti un suo complice. Tieni a disposizione accanto al telefono un’agenda con i numeri dei servizi di pubblica utilità (Gendarmeria: 112 – 113 oppure 0549 88 88 88, Polizia Civile: 115 oppure 0549 88 77 77), per averli a portata di mano in caso di necessità.
5.    Se qualcuno suona il campanello di casa per consegnarti lettere, pacchi, opuscoli o qualunque altra cosa, chiedi che vengano lasciati nella cassetta della posta o sullo zerbino di casa. Se ti chiede una somma di denaro per il pacco recapitato, prima di pagare verifica il contenuto del pacco e accertati che l’importo richiesto sia corretto.
6.    Se ti chiedono di firmare qualcosa, apri la porta di casa senza togliere la catenella e fatti consegnare il modulo da firmare attraverso la fessura. Leggi con attenzione e, se non sei convinto, non firmare e chiedi allo sconosciuto di lasciarti una copia del foglio da firmare e di ripassare in un altro momento. Potrai così chiedere un consiglio a qualcuno di tua fiducia.
7.    Non dare mai denaro agli sconosciuti che suonano il campanello di casa. Ricorda che enti, aziende pubbliche, aziende telefoniche e associazioni benefiche non raccolgono denaro porta a porta. Ricorda anche che nessuno sconosciuto ti regala niente. Non fidarti delle proposte di vendita troppo convenienti, delle proposte di prodotti miracolosi o di oggetti d’arte, e non partecipare a strane lotterie che non conosci. Se vuoi acquistare dei prodotti da venditori porta a porta, invita anche altre persone di tua fiducia ad assistere alla dimostrazione.
8.    Non mandare i bambini ad aprire la porta.

HAI APERTO LA PORTA DI CASA E LO SCONOSCIUTO È RIUSCITO AD ENTRARE?
Se con abilità e astuzia lo sconosciuto è riuscito ad entrare in casa tua, ecco cosa devi fare:
•    cerca di richiamare l’attenzione di un vicino e fai in modo che resti con te.
•    rimani nella stanza d’ingresso e non perdere mai di vista lo sconosciuto, chiudendo tutte le porte
delle restati stanze.
•    non dargli pretesti per rimanere in casa (non offrirgli un caffè o qualcosa da bere e da mangiare).
•    se ti senti particolarmente a disagio, invita l’estraneo ad uscire, apri la porta e ripeti l’invito ad alta?    voce. Mostrati deciso nelle tue azioni.


Non lasciate soli gli anziani

Consigli per i vicini di casa
Se nel vostro palazzo abitano anziani soli, scambiate ogni tanto con loro quattro chiacchiere.

La vostra cordialità li farà sentire meno soli. Se alla loro porta bussano degli sconosciuti esortateli a contattarvi per chiarire ogni dubbio. La vostra presenza li renderà più sicuri.
Ricordate i numeri di emergenza:
Gendarmeria 112 (113) oppure 0549 88 88 88, Polizia Civile 115 oppure 0549 88 77 77.

Consigli per i figli, nipoti e parenti stretti
Non lasciate soli i vostri anziani, anche se non abitate con loro fatevi sentire spesso e interessatevi ai loro problemi quotidiani.
Ricordategli sempre di adottare tutte le cautele necessarie nei contatti con gli sconosciuti.
Se hanno il minimo dubbio fategli capire che è importante chiedere aiuto a voi, ad un vicino di casa oppure chiamare i numeri di emergenza.

Ricordate che, anche se non ve lo chiedono, hanno bisogno di voi.

(Visited 1 times, 1 visits today)