1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Pubblico impiego, l’urgenza della riforma

Pubblico impiego, l’urgenza della riforma

85
0
Giovedì 27 maggio si riunisce il direttivo della FPI-CDLS. Si attende la dotazione organica minima.

San Marino, 25 maggio 2004

E’ in calendario giovedì 27 maggio il direttivo della Federazione Pubblico Impiego CDLS. L’appuntamento è fissato alle 8,30 presso la sede di Domagnano.

Al centro della discussione, l’avvio della riforma dell’amministrazione statale.
“Sono tre – spiega il segretario FPI-CDLS, Antonio Ceccoli – le cose più urgenti da affrontare al tavolo del confronto con il governo: la dotazione organica minima, la definizione dei criteri generali della riforma, l’accordo per eliminare il precariato interno”.

E di riordino della PA ha parlato il Segretario di Stato per gli Affari Interni, Loris Francini, durante la seduta del Congresso di Stato di lunedì 17 maggio, proponendo un comma specifico nella sessione parlamentare di giugno. Stando alle ricostruzioni giornalistiche di quel vertice di governo, il Segretario agli Interni ha confermato che la riforma, dopo la prima fase della mappatura, sta entrando nella fase operativa, a partire da una riorganizzazione seguendo il criterio della dotazione organica minima: l’organico cioè necessario ad ogni ufficio per raggiungere gli obiettivi prestabiliti.

Ai dirigenti pubblici sono stati consegnati alcuni moduli che, una volta compilati, dovranno dare il quadro delle reali esigenze della pubblica amministrazione e, di conseguenza, ispirare gli interventi d’adeguamento. Una fase, ha assicurato il segretario Francini, che dovrà procedere abbastanza speditamente, al massimo nel termine di due mesi.

 
(Visited 85 times, 1 visits today)