1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Pensioni e politica dello struzzo

Pensioni e politica dello struzzo

1
0

L’ISS minimizza il deficit dei conti previdenziali. Ma il segretario CDLS conferma l’allarme.

San Marino, 25 settembre 2004

“Sul futuro previdenziale la politica dello struzzo è pericolosa”. Il segretario della CDLS, Marco Beccari, torna sul deficit dei Fondo pensioni per confermare l’allarme lanciato nei giorni scorsi.

Allarme ritenuto invece eccessivo da parte del direttore generale dell’ISS, che ha minimizzato dichiarando che la gestione 2004 del Fondo lavoratori dipendenti ha chiuso con 7 milioni di attivo.

Ma Beccari torna alla carica e spiega: “Questo attivo non è dovuto alle entrare dei contribuenti, ma a manovre finanziarie, interessi e contributi figurativi che nel corso degli anni abbiamo indirizzato a sostegno del Fondo. Nonostante ciò, il disavanzo non si è fermato, ma è addirittura moltiplicato, passando da un deficit di 1.5 milioni di euro nel 2002 a 9.5 milioni nel 2004. E a questo punto è doveroso chiederci: cosa succederà nei prossimi anni?”.

Interrogativo, assicura il segretario della CDLS, che girerà al direttore dell’ISS durante la prossima riunione del Consiglio di Amministrazione e poi al Congresso di Stato. Con due obiettivi: più contributi di legge per ripianare i conti dei lavoratori dipendenti e l’apertura del tavolo sulla riforma delle pensioni.

“Sul nostro futuro previdenziale la politica dello struzzo è pericolosa. L’allarme che abbiamo lanciato è più che fondato, per questo chiederemo l’immediato aumento al 25% del contributo dello Stato per ripianare il deficit e, nello stesso tempo, che la riforma previdenziale diventi finalmente una priorità per San Marino”.

(Visited 1 times, 1 visits today)