1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Nonno di Simona ringrazia la CDLS

Nonno di Simona ringrazia la CDLS

2
0

Lettera del professor Giuseppe Rossi al segretario Beccari: “Sono come un viandante uscito dalla burrasca”.

San Marino, 21 ottobre 2004

“Caro Marco, il tuo messaggio ci trova come quel viandante appena uscito dalla burrasca”. Comincia così la lettera del professor Giuseppe Rossi, nonno di Simona Pari, alla CDLS.

Lettera che segue il telegramma di felicitazioni che la Confederazione Democratica ha inviato ai nonni di Simona all’indomani della liberazione delle due volontarie rapite in Iraq.

“Caro Marco, il tuo messaggio ci trova come quel viandante che è appena uscito dalla burrasca. Ti siamo grati della tua partecipazione. Ti preghiamo di partecipare la nostra gratitudine ai membri della Confederazione”.

Insieme a questo breve messaggio, il professor Giuseppe Rossi ha allegato una nota per esprimere profonda gratitudine a tutti coloro che hanno manifestato in vari modi la loro vicinanza.

“La nostra nipote Simona Pari – scrivono Giuseppe Rossi e la moglie Fernanda Giaffredo – è tornata sana e salva nella sua casa di Rimini. I 21 giorni della sua prigionia, successivi al rapimento, hanno rappresentato per noi, suoi familiari, una prova oltremodo severa. La nostra speranza più viva è quella di dimenticare la brutalità con la quale la vicenda è intervenuta a colpire la nostra vita ordinata e serena. Quello però che non dimenticheremo mai è la partecipazione corale dell’intero nostro Paese. Chi ci ha scritto, chi telefonato, chi è venuto alla nostra casa, chi incontrandoci ci ha espresso la sua partecipazione, chi con la sola espressione del volto ha mostrato di condividere la nostra angoscia”.

“Tutti ci hanno aiutato – termina la nota – a superare questo terribile passaggio. A tutto ciò aggiungiamo l’operato del governo che, attraverso la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, ci ha resi edotti dei contatti costanti e attenti con l’unità di crisi italiana. Tutto ciò, motivo di commozione, ci spinge a rivolgere a tutti il nostro più vivo ringraziamento”.

(Visited 2 times, 1 visits today)