1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Mediazione

Mediazione

5
0

Contratto industria, scattata la seconda settimana di scioperi davanti alle fabbriche. Intanto continua la mediazione del governo.

San Marino, 13 giugno 2005

Contratto industria, continuano i presidi davanti alle fabbriche, ma continua anche la trattativa tra governo e sindacati alla ricerca di una intesa sul nodo della precarietà.

Nella mattinata di lunedì 13 giugno hanno incrociato le braccia i lavoratori dell’area industriale di Faetano-Cà Chiavello. E’ così scattata la seconda settimana di scioperi organizzati dalla FLI-CSU. Si tratta di un pacchetto di 20 ore decise dopo la rottura del negoziato da parte dell’Anis.

Rottura che si è consumata su temi cruciali delle politiche del lavoro: dalla stabilizzazione dei frontalieri, alla regolamentazione delle assunzioni precarie (interinali e consulenze).

Nel frattempo, il governo ha messo in campo una iniziativa di mediazione che punta a trovare una intesa entro il 20 giugno, data del nuovo sciopero generale.
Dopo un confronto separato con le parti, l’Esecutivo ha consegnato alle organizzazioni sindacali una proposta scritta sui temi del mercato del lavoro che si intrecciano con le rivendicazioni contrattuali.

”Il testo è ancora largamente insufficiente”, ha commentato la FLI-CSU, che ha quindi invitato il governo a inserire nella proposta precise risposte sui nodi cruciali dei diritti dei lavoratori.
Un nuovo faccia a faccia tra sindacati e governo è in agenda per il pomeriggio di lunedì 13 giugno (alle 18) per valutare se la proposta di mediazione è in grado di sbloccare la trattativa contrattuale.

(Visited 5 times, 1 visits today)