1. Home
  2. San Marino News
  3. MATTARELLA A SAN MARINO: “INTEGRAZIONE UE ANCORA PIU’ INDISPENSABILE”

MATTARELLA A SAN MARINO: “INTEGRAZIONE UE ANCORA PIU’ INDISPENSABILE”

48
0

È il giorno della Visita di Stato del Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella a San Marino. Ad accompagnarlo una Delegazione italiana guidata dal Viceministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Maria Tripodi, Sottosegretario di Stato al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. Nell’attesa un arcobaleno ha unito idealmente la Romagna al Titano. 

L’aereo del Presidente italiano è atterrato alle 10.40 all’aeroporto Internazionale di Rimini -San Marino. Poco dopo Mattarella è sceso lungo la scaletta accolto dall’ Ambasciatore di San Marino Daniela Rotondaro. Dopodiché il Corteo è partito alla volta del Titano. Il lungo corteo ha attraversato i vari castelli, a Borgo un rallentamento per salutare i bimbi delle scuole che da sotto i portici salutavano il passaggio del Presidente. 

Alle 11.20 l’arrivo su Piazza della Libertà dove ad attenderlo c’erano i Capitani Reggenti, Filippo Tamagnini e Gaetano Troina con l’esecuzione degli Inni per gli onori militari della Banda Militare di San Marino.
Nella Sala dei XII, i Capi di Stato hanno presentato il Congresso di Stato al Presidente italiano e gli omaggi, tra cui le onorificenze alla delegazione italiana. Dopodiché sono iniziati, lontano dalle telecamere, i colloqui politico-istituzionali, durati poco meno di un’ora.

Nella Sala del Consiglio i discorsi ufficiali, a iniziare dai Capi di Stato sammarinesi. “La sua presenza a San Marino – hanno detto – è segno della concreta vicinanza che, dalle prime fasi del percorso negoziale ad oggi, ha distinto l’Italia e resa partecipe, solidale e proattiva, alle scelte adottate dalla Repubblica di San Marino di essere parte del Mercato unico europeo”.

Sullo scenario internazionale i Capitani Reggenti ribadiscono il valore della solidarietà, pacificazione e rispetto. “I sempre più frequenti episodi di violenza ci ricordano che non possiamo rimanere inerti spettatori, limitandoci ai soli dibattiti e proclami, ma che occorre un concreto, costante e complesso lavoro diplomatico – istituzionale che riconduca l’uomo alla pacifica coesistenza e al reciproco rispetto”. hanno detto Filippo Tamagnini e Gaetano Troina, “La nostra coscienza ci impone di lavorare incessantemente per il raggiungimento di questo essenziale e vitale risultato, in particolare per garantire un futuro carico di speranza per le nuove generazioni”. 

“Grazie dell’accoglienza calorosa” ha esordito il Presidente della Repubblica italiana. Da Mattarella un ringraziamento alla Protezione Civile di San Marino per il supporto all’Emilia-Romagna, durante l’alluvione. Da qui un appello a San Marino perché si possa lavorare in sinergia sui cambiamenti climatici, in vista della COP28 di Dubai e della prossima conferenza del G7. “I nostri rapporti – ha dichiarato -sono basati su un’amicizia sincera, con fondamenta solide e antiche”, annunciando il pieno appoggio del suo Paese al percorso di associazione all’Unione Europea. 

Terminata la parte dei discorsi Mattarella ha poi visitato la mostra allestita nell’atrio di Palazzo Pubblico: “Ex universis Europe partibus: viaggio alle origini di San Marino attraverso un antico manoscritto”.  Libro che ha più di mille anni e che resterà esposto fino al 30 gennaio. Proviene dalla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino.

All’Ara dei volontari il Presidente della Repubblica ha deposto una corona di alloro in omaggio alla memoria dei volontari e dei caduti sammarinesi di tutte le guerre. Un momento particolarmente toccante.

La cerimonia si è poi spostata al centro Congressi Kursaal, per il brindisi, con il Presidente della Repubblica Italiana nella Sala Titano che ha visitato la mostra fotografica “Gli scatti che fanno la storia. Visite che confermano un’amicizia longeva”. A Mattarella la consegna una copia della “Dichiarazione dei Diritti dei Cittadini e dei Principi Fondamentali dell’Ordinamento Sammarinese” in occasione della prossima ricorrenza del cinquantesimo anniversario della sua adozione.

Poco dopo le 15 I Capitani Reggenti hanno accompagnato il Presidente della Repubblica Italiana sul piazzale antistante il Palazzo dei Congressi Kursaal per gli Onori Militari, che hanno sancito la fine della Visita Ufficiale di Stato. 

San Marino RTV, dicembre 2023

(Visited 48 times, 1 visits today)