1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Massacri

Massacri

2
0

Continuano in Colombia gli omicidi di sindacalisti, l’ultimo caso in settembre. La condanna della Confederazione Internazionale Sindacati Liberi.

San Marino, 21 settembre 2005

Luciano Enrique Romero Molina. E’ il nome dell’ultimo dirigente sindacale assassinato in Colombia. Ferma condanna della Confederazione Internazionale Sindacati Liberi.

Si allunga la lista dei sindacalisti uccisi in Colombia. . Nel 2004 sono stati denunciati decine di omicidi, atti di violenza e intimidazioni al punto che il Paese Sudamericano è stato ufficialmente accusato dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro per la mancata applicazione dell’art.87, che riguarda il rispetto dei diritti sindacali.

Ma l’ultimo gravissimo episodio di violenza risale all’11 settembre di quest’anno con l’assassinio di Luciano Enrique Romero Molina, dirigente sindacale della multinazionale Nestlè.
Il corpo di Molina è stato ritrovato a Las Palmas, zona sotto il controllo dei paramilitari del governo colombiano. L’autopsia ha confermato che la vittima è stata uccisa dopo violente torture.

La Confederazione Internazionale Sindacati Liberi ha così denunciato la politica di sicurezza democratica del presidente colombiano Alvaro Uribe Velez. Politica che ha legalizzato l’attività paramilitare, con il risultato di aumentare i casi di assassinio di sindacalisti e militanti.

(Visited 2 times, 1 visits today)