1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Leggi dimenticate

Leggi dimenticate

1
0

Il direttivo industria della CDLS incalza il governo: “Gli impegni legislativi contenuti nel contratto vanno mantenuti”.

San Marino, 12 dicembre 2005

“Sulle leggi sociali il governo è ancora latitante”. La critica arriva dal direttivo della Federazione Industria della Confederazione Democratica riunito nel pomeriggio di lunedì 12 dicembre.

“Con la sottoscrizione del contratto di lavoro dei settori industriale e artigianale – afferma il segretario industria della CDLS, Giorgio Felici – le parti si erano impegnate a dare attuazione ad alcuni interventi di carattere sociale attraverso l’emanazione di diversi provvedimenti legislativi, ma distanza di cinque mesi da quella firma il governo non ha ancora aperto il confronto”.

“Neppure l’occasione rappresentata dal varo legge finanziaria – rincara Felici – è servita per tradurre in concreto gli impegni contrattuali, per questo è necessario aprire in tempi strettissimi uno specifico tavolo di lavoro per dare uno sbocco legislativo alle tutele sociali attese da migliaia di lavoratori”.

In concreto, si tratta di un pacchetto di leggi che riguardano la riforma dell’indennità di disoccupazione; l’estensione a tutte le aziende di servizio del diritto alla Cassa Integrazione Guadagni e riforma della stessa per i frontalieri coinvolti in casi di riduzione del personale; l’ introduzione di tutele specifiche per chi è costretto a cambiare lavoro a causa di motivi di salute; estensione degli ammortizzatori sociali e introduzione di percorsi di ricollocazione per i lavoratori soggetti a malattie lunghe; il sostegno economico per uno dei genitori che si assenti dal lavoro per assistere i figli ricoverati in ospedale, compreso il, periodo di convalescenza; ed infine l’ introdurre l’istituto della maternità anticipata.

(Visited 1 times, 1 visits today)