1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. La burocrazia postale fa arrabbiare i pensionati

La burocrazia postale fa arrabbiare i pensionati

1
0

Solo l’ufficio di Serravalle è abilitato a consegnare l’assegno previdenziale. Scatta la protesta di Marino Casadei, segretario FPS.

San Marino, 3 febbraio 2004

Scoppia una nuova polemica nel settore poste. La Federpensionati della CDLS punta il dito contro la scelta di dirottare il servizio di consegna dell’assegno INPS solo nell’Ufficio di Serravalle.

Da lunedì 2 febbraio negli uffici postali dei Castelli della Repubblica è infatti visibile un cartello che recita: “Per problemi tecnici, non imputabili alla Direzione Generale delle poste, il ritiro delle pensioni INPS può avvenire solo presso l’Ufficio di Serravalle”.
Una scelta improvvisa, che ha sollevato molte lamentele fra la popolazione della terza età. “Non siamo stati avvisati di nulla, sono indignato per questa situazione”, ha dichiarato Marino Casadei, segretario della FPS-CDLS, al quotidiano San Marino Oggi in edicola il 3 febbraio.

Casadei fa sapere che ha raccolto diverse telefonate di protesta da parte di pensionati sammarinesi. “Molti anziani non guidano, sono soli e fanno fatica a spostarsi: è evidente a tutti che questo disservizio ricade sulla fascia più debole della popolazione. Se le cose non cambiano siamo pronti a salire sul Pianello per far sentire la nostra protesta”.

Si inserisce nella polemica anche Stefano Zonzini, dirigente della Federazione Pubblico Impiego della CDLS. Sempre sulle colonne di San Marino Oggi, Zonzini replica al direttore delle poste, che ha scaricato sull’Italia la responsabilità di queste complicazioni burocratiche. “Le pensioni dell’INPS sono sempre arrivate all’ufficio postale di Serravalle, l’unico ad essere dotato di collegamento informatico con l’Italia, ma da lì poi venivano smistate nei vari Castelli. Siccome non è cambiato niente – accusa il sindacalista CDLS – tutto fa supporre che sia la Direzione delle Poste a non volersi più assumere la responsabilità di questo procedimento”.

Per la giornata di mercoledì 11 febbraio è in agenda un incontro tra governo e sindacato proprio sui problemi del settore postale. “E’ chiaro – afferma Zonzini – che chiederemo il ripristino del servizio”.

(Visited 1 times, 1 visits today)