CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

lavoro inpsIl quadro con luci ed ombre presentato dall’Ufficio Statistica sull’economia sammarinese ha invece una lettura confortante per il Segretario all’Industria Andrea Zafferani. Infatti se da una parte le imprese calano di ben 64 unità, il numero degli occupati cresce di ben 700 unità, che infatti passano da 19.126 a 19.842. “In realtà – spiega Zafferani – a chiudere sono state le imprese con zero dipendenti all’interno. Al contrario, stanno crescendo, per struttura e per numero di assunti, le aziende più grandi e organizzate.” Anche i disoccupati sono diminuiti nello stesso periodo di riferimento, cioè fino a luglio 2018, registrando un meno 27.

“Siamo di fronte a un sistema che si sta consolidando” commenta Zafferani, che giudica positivamente l’andamento del settore imprenditoriale. “Hanno aiutato – dice – anche le liberalizzazioni e la possibilità di assumere amministratori non residenti. Resta da vedere come evolverà l’ecosistema di imprese a San Marino dove le ‘micro-aziende’ con nessun dipendente sono oltre la metà: il 51,6% a luglio 2018.”

Sicuramente il fenomeno non è da sottovalutare perché può avere diverse motivazioni: come il progressivo disamore dei giovani per l’autoimpresa, o anche gli eccessivi oneri da sostenere per imprese che hanno fatturati molto bassi, o le mutazioni del mercato. Sta di fatto che, in una lettura generale, il Segretario di Stato vede segnali positivi: “Una delle nostre virtù – afferma – è la diversificazione dei settori dell’economia.” Assicura che si andrà a lavorare dal punto di vista normativo su aspetti come burocrazia, credito agevolato, miglioramento della formazione del personale, insieme a leggi speciali per favorire le nuove imprese tecnologiche.

Tribunapolitica web

facebook_page_plugin