CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

mediciSeppur con un picco che prosegue ad essere discendente, salgono a 39 i casi conclamati ascrivibili al batterio di legionella che ha causato l'epidemia di polmonite nella bassa bresciana e nel mantovano. "Per quanto riguarda i pazienti ricoverati a Desio l'indagine epidemiologica è in corso e, al momento, si esclude una correlazione con i casi bresciani" chiarisce l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera.

I dati relativi alla giornata di ieri, elaborati e raccolti dall'Ats Brescia, raccontano di 20 casi di polmonite, "di natura non determinata": quindici le persone che sono state ricoverate. Il numero complessivo dei degenti per polmonite, ad oggi, è pari a 183. "Ricordo che tra le strutture considerate vi è anche l'ospedale Civile, in cui la presenza di 35-40 pazienti ricoverati per polmonite si verifica con una certa frequenza nel corso dell'anno e non costituisce evento eccezionale per la struttura" ricorda Gallera.

Rainews

facebook_page_plugin