1. Home
  2. Approfondimenti
  3. In Europa bruciati 4 milioni di posti di lavoro.

In Europa bruciati 4 milioni di posti di lavoro.

1
0

L’onda lunga della disoccupazione sta colpendo l’intera Europa. Bruciati in un anno oltre 4milioni di posti. Lo afferma il rapporto mensile della Commissione Ue, nel quale si sottolinea che nel  corso del 2009 sono stati 4,6 milioni i posti di lavoro in meno. Mentre il numero complessivo dei disoccupati europei  è di 22,9 milioni: vale a dire 6,9 milioni in più rispetto al marzo 2008, anno di inizio della crisi.

In Italia il report della Commissione europea indica che  i senza lavoro sono cresciuti «abbastanza moderatamente» e restano attualmente sotto la media europea. Ma continueranno a salire nel 2010. E a preoccupare è soprattutto la disoccupazione giovanile, il cui tasso supera di gran lunga quello della maggior parte dei Paesi Ue.

Nel rapporto si rileva come nei primi nove mesi dello scorso anno «tra gli Stati membri più grandi l’occupazione è diminuita in maniera consistente in Spagna e in Italia, e ha continuato a diminuire in maniera più moderata in Francia e Germania». In particolare – si legge nel focus speciale dedicato all’Italia – «nel 2009 hanno perso il loro lavoro più di mezzo milione di italiani (508.000), così che nell’ottobre 2009 il numero dei disoccupati ha raggiunto i 2 milioni per la prima volta dal marzo 2004». La disoccupazione, poi, ha raggiunto l’8,3% nel novembre 2009: «Si tratta del tasso più elevato degli ultimi cinque anni».  Sempre in Italia, proseguono i servizi della Commissione Ue, “la principale preoccupazione resta però quella della disoccupazione giovanile, col 26,5% della popolazione sotto i 25 anni che nel novembre 2009 era senza lavoro: il 2,9% in più di un anno prima e il 5,1% in più della media Ue”.

Sale il tasso di disoccupazione in Europa: nella zona dell’euro, in dicembre, ha raggiunto il 10% contro il 9,9% di novembre e l’8,2% del dicembre 2008. Lo comunica Eurostat, che ha diffuso a fine gennaio le cifre. Si tratta del dato peggiore dall’agosto 1998. Anche nella Ue a 27 membri i disoccupati sono aumentati e il tasso è arrivato al 9,6% (9,5% in novembre, 7,6% un anno fa). In Italia i senza lavoro sono pari all’8,5%, in crescita rispetto a novembre (8,3%) e soprattutto rispetto al dicembre 2008 (7%).

Secondo le stime Eurostat, a dicembre i disoccupati erano nell’Ue 23,012 milioni di cui 15,763 milioni nell’eurozona. In un anno la disoccupazione e’ aumentata di 4,628 milioni nell’Ue e di 2,787 milioni nella zona dell’euro.

(Visited 1 times, 1 visits today)