1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Impegni contrattuali

Impegni contrattuali

2
0

Il direttivo FLIA-CDLS si riunisce giovedì 22 settembre. In primo piano le riforme e le leggi a tutela dei lavoratori.

San Marino, 21 settembre 2005

Riforma del lavoro, riforma delle pensioni e impegni contrattuali. E’ questo l’ordine del giorno del direttivo della Federindustria della CDLS in programma giovedì alle 14.30 presso la sede sindacale di Domagnano.

Capitolo riforme. Il direttivo sindacale è chiamato a fare il punto sull’intenso dibattito aperto nel mondo del lavoro con il ciclo di assemblee dedicate al progetto di legge previdenziale che il governo ha presentato in prima lettura.
Resta inoltre aperto il capitolo sulla riforma del lavoro, con il sindacato impegnato a chiedere una serie di modifiche alla legge del Congresso di Stato. Per la Federazione guidata da Giorgio Felici il punto più controverso riguarda i contratti CoCoCo:“I contratti di collaborazione e consulenza così come previsti dalla legge, rappresentano una forma di sfruttamento legalizzato. A questo poi si aggiunge l’assenza di un impianto sanzionatorio, strumento indispensabile per evitare un uso indiscriminato di assunzioni precarie e sottopagate”.

Sul fronte degli impegni contrattuali è in programma per giovedì 29 settembre al Dicastero Industria il primo incontro per dare attuazione a una serie di interventi legislativi previsti dall’ultimo accordo del settore industria.

Si tratta di un nutrito pacchetto di leggi, necessario per tradurre nel concreto le conquiste sociali introdotte con l’ultimo contratto.

Ecco l’elenco degli impegni che dovrà affronatre il Consiglio: 1 riforma dell’indennità di disoccupazione; 2 estensione a tutte le aziende di servizio del diritto alla Cassa Integrazione Guadagni e riforma della stessa per i frontalieri coinvolti in casi di riduzione del personale; 3 introduzione di tutele specifiche per chi è costretto a cambiare lavoro a causa di motivi di salute; 4 estensione degli ammortizzatori sociali e introduzione di percorsi di ricollocazione per i lavoratori soggetti a malattie lunghe; 5 sostegno economico per uno dei genitori che si assenti dal lavoro per assistere i figli ricoverati in ospedale, compreso il, periodo di convalescenza; introdurre l’istituto della maternità anticipata.

(Visited 2 times, 1 visits today)