1. Home
  2. CDLS
  3. News
  4. Archivio News
  5. Chiacchiere

Chiacchiere

1
0

Nulla di fatto sulla riforma del mercato del lavoro. Il governo incontra il sindacato e rimanda tutto a dopo Pasqua.

San Marino, 22 marzo 2005

Ancora chiacchiere. Nonostante la grande prova di forza dello sciopero generale di mercoledì 16 marzo si è concluso con un nulla di fatto il faccia a faccia di lunedì 22 marzo tra governo e sindacati sulla riforma del lavoro.

“Il governo continua ancora inspiegabilmente a tergiversare – commenta in una nota la CSU – tant’è vero che nemmeno ieri la delegazione del Congresso di Stato ha presentato alcuna proposta scritta, nonostante le ormai insistenti richieste del sindacato”.

Nell’incontro si è parlato prevalentemente delle problematiche del frontalierato, e anche su questo tema, spiega il sindacato, “la delegazione di governo ha continuato a non fornire nessuna risposta alle richieste di sancire il tempo indeterminato per i lavori forensi”.

E questo “per mettere fine ad una assurda e immotivata discriminazione, che penalizza gli stessi frontalieri ma anche i disoccupati residenti, dato che le aziende preferiscono assumere personale perennemente precario proveniente da fuori territorio”.

Alla fine di questo ennesimo passaggio a vuoto, il governo ha rimandato il confronto a dopo le festività pasquali.

La Centrale Sindacale torna dunque a chiedere una svolta sulla riforma del mercato del lavoro: “Svolta che dimostri la volontà del governo di affrontare costruttivamente e con maggiore determinazione ed equilibrio l’importante tema delle politiche del lavoro. Non a chiacchiere, ma con elementi concreti”.

(Visited 1 times, 1 visits today)