1. Home
  2. San Marino News
  3. Capitani Reggenti: saluto di fine semestre

Capitani Reggenti: saluto di fine semestre

79
0

L’onore di rappresentare San Marino nei contesti internazionali, dove ne hanno promosso la storia di democrazia e libertà, l’unicità di ordinamento e istituzioni e la necessità di continuare a farne conoscere la singolarità. A questo scopo ricordano le iniziative per valorizzare istituzioni e storia, omaggiando emblemi, riti, formule, ma anche andando a riscoprire luoghi identitari nei Castelli. “Occasione di incontro con realtà straordinarie fatte di uomini, donne e dei loro talenti. Una rivelazione – dicono – e una conferma dell’attaccamento verso il Paese”.

Sollecitano azioni per una maggiore autonomia delle Giunte di Castello, primo collegamento tra cittadini e poteri dello Stato. Richiamano così la politica all’ascolto della gente, per recuperare fiducia e sollecitano l’Aula al coinvolgimento nelle scelte, attraverso la chiarezza di intenti e condivisione. Guardano ai lavori in Aula e invocano iter di esame e discussione più efficaci, che non mortifichino il ruolo delle minoranze. Evidenziano l’eccessivo ricorso dell’Esecutivo alla decretazione, che rischia di esautorare il Consiglio dal potere legislativo. Non manca un riferimento alla difficoltà istituzionale generata dall’uscita di rete dal Governo, causa – dicono – “una legge elettorale di difficile applicazione”.

Chiedono così che una eventuale nuova riforma dell’ordinamento istituzionale adotti un approccio sistemico. Nel ricordare il proprio impegno per garantire confronto leale, i richiami all’Aula alla dignità del ruolo di Consiglieri e Segretari di Stato, non risparmiano nota di rammarico: “Non sempre – rilevano – i nostri appelli hanno avuto riscontro, ingenerando divisioni e contrapposizioni che hanno rallentato i lavori”. Invitano la classe politica a trovare unità, fuori da logiche di partito davanti alle prossime sfide, in primis, l’Accordo di Associazione, “nuova pagina della storia” che aprirà opportunità, valorizzando insieme la nostra sovranità.

Punto caro nel mandato: l’ambiente e di ritorno dall’Assemblea Generale ONU tornano a sollecitare azioni coraggiose contro il cambiamento climatico e ricordano iniziative per la tutela del territorio. Poi lo sport, nel ringraziare gli atleti che hanno portato la bandiera ai Giochi dei Piccoli Stati di Malta e agli Special Olympics di Berlino, riconoscendo la forza di volontà dei ragazzi, “esempio – dicono – e motivo di orgoglio”. Non dimenticano l’incontro con la gente, per registrarne le esigenze. Dall’avere a che fare con una Amministrazione complessa, per cui chiedono procedure più snelle e qualificate; fino ai casi di più grave difficoltà: cittadini senza sostentamento, madri sole con figli, disoccupati. La chiamata è alle Istituzioni, nel dovere di farsene carico, con interventi concreti e soprattutto tempestivi. Esprimendo, in questo contesto, stima verso l’opera delle tante associazioni solidaristiche e di volontariato.

San Marino RTV, settembre 2023

(Visited 79 times, 1 visits today)