CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

borsa finanzaNel 2016 le esportazioni italiane sono in crescita dell'1,1% in valore e dell'1,2% in volume rispetto all'anno precedente. L'avanzo commerciale raggiunge i 51,6 miliardi (+78 miliardi al netto dell'energia) e tocca il valore più alto da almeno 25 anni, dall'inizio delle serie storiche nel 1991. Lo comunica l'Istat. Le importazioni registrano una diminuzione (-1,4%) in valore e un aumento (+3,1%) in volume. L'espansione dell'export è dovuta esclusivamente ai paesi dell'area Ue (+3%).

Le vendite verso i paesi dell'area extra Ue invece sono in calo dell'1,2%. Nel 2016, i mercati di sbocco più dinamici sono Giappone (+9,6%), Cina e Repubblica ceca (+6,4% entrambe), Spagna (+6,1%) e Germania (+3,8%). L'Istat segnala inoltre la forte crescita nell'anno delle vendite all'estero di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+6,8%), autoveicoli (+6,3%), mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (+4,6%) e prodotti alimentari, bevande e tabacco (+4,2%).

ansa